29 apr 2008

Sdegno.

Il 16 Ottobre 1943, qui ebbe inizio la spietata caccia agli ebrei, 2091 cittadini romani vennero avviati a feroce morte nei campi di sterminio nazisti, dove furono raggiunti da altri 6000 italiani vittime dell'infame odio di razza.

I pochi scampati alla strage, i molti solidali, invocano dagli uomini amore e pace, invocano da dio perdono e speranza.

(foto: www.repubblica.it;
testo: lapide commemorativa del rastrellamento nel ghetto di roma;
emozioni: un cittadino italiano, di razza giudea, figlio di immigrati nord-africani, in esilio volontario.)

JJ

24 apr 2008

Geek&France

Ecco come dove potrei trovare l'appartamento dei miei sogni in bordo mare!

Finalmente mi sto ristaccando da mamma Italia, Mr.B./Alitalia/il-locale-sotto-casa-da-trattare-in-consiglio-comunale stanno tornando al loro posto, in un angolo della memoria, argomenti giusti per conversare in allegria davanti al solito bicchiere di Pernot!

Piedi per terra, mamma Francia e' una nazione con un sacco di problemi: l'altro ieri mattina, davanti alla stazione centrale di Nice, c'erano degli omini vestiti di rosso a volantinare. Il volantino riguardava un comunicato della Provincia (l'equivalente amministrativo delle nostre Regioni) che chiedeva ufficialmente alla SNCF (l'equivalente baguette di trenitalia) dove cazzo fossero finiti i 256 milioni di euro pagati dalla provincia per potenziare il servizio ferroviario, visto che nell'ultimo anno il servizio era peggiorato. Ho scoperto solo ieri che gli omini vestiti di rosso erano: il presidente della provincia, il segretario dell'opposizione, tutti i consiglieri. Ed infatti ho cosi' capito per quale motivo tanta gente parlasse con gli omini vestiti di rosso. Non c'era polizia (e se c'era, era davvero ben nascosta). Questi politici locali ascoltavano e spiegavano. Ho chiuso gli occhi ed ho immaginato Formigoni e, soprattutto Raffaello Cattaneo chiedere al suo collega in SEA, Vittorio Belingardi (Presidente delle Ferrovie Nord) un resoconto dettagliato di come vengono spesi da FN i soldi della regione... soprattutto vorrei incontrare Formigoni senza scorta.
La mia finestra sulla Francia (oggi sono di buon umore) continua scoprendo che dall'anno prossimo, oltre al gia' consolidato sito internet, le tasse si potranno pagare al telefono!!!
Questa sera il nano francese si prestera' ai piu' importanti giornalisti della nazione: 90 minuti di domande risposte. Propaganda o semplicemente una risposta a quei francesi che gli hanno chiesto maggiore trasparenza? Magari seguiro' la diretta e domani vi faro' sapere come e' finita. Sono pero' sicuro che sara' vivisezionato, i giornalisti di politica sono davvero dei chirurghi, pensate a Vespa con Prodi, poi ricordatevi di Vespa con Mr.B.

Cosa centra il geek (fanatico?)?
Semplice, non so ancora come andra' a finire, ma dopo 11 anni di lavoro, ho dovuto lasciare il mio paese per incontrare un ambiente di lavoro davvero emozionante:
i sei mesi di entusiasmo accademico stanno passando. L'entusiasmo no.
Dopo soli sei mesi di lavoro i miei responsabili mi hanno ringraziato per come lavoro, per la passione che metto e per il contributo che fornisco.
Dopo soli sei mesi di lavoro mi hanno proposto al management sia nella lista dei premi che nella lista degli aumenti (nonostante la societa' abbia globalmente fallito il suo obbiettivo). Per ora incrocio le dita, ripeto che non so come andra' a finire, i tempi di approvazione sono di due mesi, posso pero' esprimere tutta la mia gioia, perche' questa emozione, queste motivazioni e questi motivatori, in 11 anni di lavoro in italia, non mi sono quasi mai capitati - e quell'unico progetto per costruire una ditta seria nel quale sono stato coinvolto, e' miseramente naufragato nel mare mafioso ed arraffone di responsabili incompetenti e nelle mani degli amici degli amici.

Enjoy!
JJ

21 apr 2008

Controcampo

Calcio come paradigma dell'Italia?
Perche' no?
Parlo di buonismo.
Vorrei focalizzare l'attenzione sulle tette della Canalis ma, per questa volta, la tettuta belloccia e' ispirazione intellettuale (???) del post di oggi.

Ieri sera guardavo la trasmissione Controcampo, si si, proprio quella su italia uno dove per farti vedere i goals ti indottrinano come ad un comizio di forza-italia.
Si parlava, come spesso accade, di errori (ed orrori) arbitrali quando la tettuta ospite ha sentito il dovere di esprimere che (parola piu' parola meno) "il Parma viaggia in zona retrocessione, quindi l'arbitraggio della partita e' stato scadente perche' troppo severo per una squadra messa gia' cosi' male".

Lascio da parte il mio pensiero tecnico e non entro nel merito, non ho visto la partita, lei (forse) si. Non sono un giornalista, lei (forse) si. Non ho le tette della Canalis, lei (...) si.

Ma se fossi un giornalista esprimerei al mio pubblico, e farei capire ai miei giovani (e non) e sbavanti telespettatori che un arbitraggio e' scadente quando fa schifo, che un arbitro che da un rigore da una parte ed uno dall'altra, sbagliando, commette due errori, farei capire a voce alta quanto stupido sia pensare che un arbitro debba avere un occhio di riguardo per quella squadra in difficolta'...

Dove finisce il buonismo e dove inizia l'indottrinamento?

18 apr 2008

Una finestra sulla... musica (?)

Non ho potuto fare a meno di sorridere pensando al testo di questa vecchia canzone.

Chissa' perche' poi...

Enjoy,
JJ

you should never take too literally what you read,
misinformation, distortion, make belief,
fabrications, half truths implied,
misquotations, out of context and lies,

"i promise to tell the truth,
the whole truth and nothing but..."

lies - you believe them all,
lies - you swallow them whole,
lies, lies, half truths misinformation and...
lies - you believe them all,
lies - you swallow them whole,
lies, lies, half truths misinformation and...
... lies,

fact and fantasy united as one,
real power stems from the barrel of a pen,
living memory can easily be erased,
the pen is mightier than the sword,
yet with no blade,

"i promise to tell the truth,
the whole truth and nothing but..."

lies - you believe them all,
lies - you swallow them whole,
lies, lies, half truths misinformation and...
lies - you believe them all,
lies - you swallow them whole,
lies, lies, half truths misinformation and...

15 apr 2008

Io ci provo pure ma... seconda parte!

Lo avevo scritto e penso di mantenere l'idea.
Parlare di politica italiana, questa politica italiana, sul blog, non mi procura piu' piacere. Volente o nolente mi sento in dovere, oggi, di toccare (forse marginalmente, vedremo come si sviluppa) l'argomento.

Approfitto di me stesso e di questo spazio introduttivo per ringraziare ai complimenti ricevuti! Fanno MOLTO piacere!

Innanzitutto vorrei darvi un'idea di come sta reagendo la gallia transalpina (penso che verra' chiamata cosi' sui nuovi libri di storia edizioni Calderoli-Dell'Utri) nei pressi del confine nizzardo (calma e sangue freddo - Nizza fu italiana, ed in caso di invasione penso che il pari altezza gallico del cavaliere padano sia pronto a risolvere la diatriba - modello Mururoa).
Il silenzio compassionevole dei colleghi che mi conoscono bene parla piu' delle multietnie (indiani - marroni -, ariani, galli, vandali, baschi, celti - quelli veri -) che mi hanno chiesto, prendendomi un pochino in giro, come faccia quella persona a raccogliere, ancora, voti - e quanti voti. In questo caso non vale far notare che il nostro caffe', la nostra pizza, la nostra pasta al pomodoro, il nostro prosciutto, la nostra nazionale, la nostra ferrari rossa, la nostra gioconda, la nostra cappella sistina - sono ammirati in tutto il mondo. Oggi no, esiste solo il nostro nano.

I francesi pero' sono quelli che capiscono meno ed hanno piu' paura di tutti.
Non capiscono come, con tutti gli interessi conflittuali (persino qua sanno quello che possiede - e quello che ufficialmente non possiede, e che e' incompatibile con l'attivita' di governo) il nostro nano si possa candidare legalmente.
Hanno paura perche' lo vedono come il modello di destra populista, culturalmente formatasi negli stati o davanti alla televisione e che non si vergogna del filo-fascismo. Il modello che, per intenderci, sta dilagando trasversalmente ed in troppi paesi.
Si parla di incarnazione del modello, mi raccomando - evito di parlare delle cause.
Ma e' un modello che Berlusconi, ed ancora di piu' i suoi zeloti, incarnano alla perfezione.

Ed ecco il mio contributo, perche' io c'ero, ed almeno a Milano, l'ho visto con i miei occhi: ho visto persone, cittadini, vicini di casa, discutere - litigare senza essere in grado di comunicare nella stessa lingua - italiano corretto. Ho visto troppe volte manifestazioni politiche di destra (l'ultima grande di Alleanza Nazionale a Roma) con il corteo di perbenisti a nascondere quei-bravi-ragazzi-camicia-nera-braccioDestroTeso. Ho visto questo modello di odio, pro o contro di noi nascere nella curva sud di sansiro dalla seconda meta' degli anni 80 in poi. Ho visto i paninari indottrinarsi davanti ai cicli dei nati per vincere su italia uno. Ho visto questi ex-paninari andare all'universtita' e fondare i primi circoli di forza italia. Contemporaneamente i messaggi piu' venduti erano quelli di odio - anticipando il modello Fallaci, nel nord tangentato e produttivo prendeva con l'anima ed il corpo di Irene Pivetti la propaganda celtico-padana.
Questo modello di odio sdoganato e sbandierato con orgoglio mi catapulta ai giorni nostri, quando vedo le scene di esultanza da stadio e le bandiere di forza italia, nell'inno-meno-male-che-silvio-c'e'. Lo vedo nitido, e' odio. Anche se Berlusconi lancia segnali distensivi (del tutto inaspettati) il suo popolo oggi mi chiedeva se il culo mi bruciava! E dietro lo scherzo vi e' un sano compiacimento - che mi spaventa.
Dove e come abbiamo sbagliato? Perche' non si parla di italiani e di Italia? Perche' invece di chiedermi quanto mi brucia l'ano non mi si dice, non preoccuparti - siamo tutti italiani e chiunque ci sia lassu' noi siamo una grande famiglia? Perche' vivo nella certezza che chi evade le tasse continuera' ad evaderle (con la sana giustificazione della persona che io odio) mentre chi vive onestamente continuera' ad usare vasellina e continuera' a coprire i debiti di chi vive disonestamente?
Si, oggi il culo mi brucia. Mi brucia perche' so che l'italia che sogno restera' ancora per qualche anno solo un sogno. Mi brucia perche' il presidente del consiglio ha tutto l'interesse a non risolvere i problemi dei giovani per renderli la manodopera specializzata piu' economica d'europa. Mi brucia perche' il sentimento revisionista di Dell'Utri e' largamente condiviso. Mi brucia perche' nel mio piccolo, ho sbagliato e fallito, nel non aver saputo dare il mio contributo per rendere questo, un paese migliore.

Enjoy!
JJ

11 apr 2008

Io ci provo pure ma...

Heartbeat per eliminare SB dal titolone del blog.

La politica c'e', contro la mia volonta'.

Venerdi' notte, al mio rientro in Italia, trovo l'alta dirigenza della polizia municipale a fare controlli nel locale sotto casa. Mi avvicino pieno di speranza per chiedere se finalmente si sono mossi per difendere i diritti degli abitanti in zona.

La risposta, durissima, e' stata una secca negazione: controlli di routine per una situazione segnalata con troppa costanza.

L'ufficiale col quale ho parlato, mi ha invitato a scrivere un esposto. (Anche i carabinieri me lo consigliavano, ma mi avvertivano che difficilmente avrebbe sortito effetti). Questo esposto, per dare risultati, andrebbe indirizzato al sindaco. Sindaco ed, udite udite (leggete leggete), esponenti dell'opposizione in consiglio comunale. Poi, in copia conoscenza ci possiamo mettere carabinieri, municipale, asl.

Capite? Persino per difendere i miei diritti di cittadino dovro' invischiarmi nei giochi politici di quartiere...

Esecutivo - legislativo... confusione... mi ricorda qualcosa???

Enjoy!
JJ

03 apr 2008

Berlusconi Silvio, ti odio!

Certo che esordire così non lascia adito a dubbi! Odiare una persona non è facile.
Il sentimento di odio comporta delle implicazioni morali, a mio modo di vedere, drammatiche: augurare il peggio al bersaglio di questo sentimento. Roba brutta.

Certo è che per il nostro nano io non provi molta simpatia, in passato pure pure, il mio cuore calcistico batteva la sponda rossonera, e prima di Gullit, Van Basten, Sacchi ed i tanti scudetti ho visto giocare, nei bui-tempi d'oro, Ray Wilkins.

Ed allora perchè, dopo oltre un decennio di stronzate politiche (e non), l'odio. Ora?

La risposta è semplice ed immediata.

Perchè questa volta ci sono cascato anche io, e con questo post, chiuderò, per davvero (spero), la mia epopea politica sul blog.

Da un punto di vista qualitativo ho sempre stimato il personaggio: intelligenza, astuzia, buona capacità di scegliere collaboratori, buona capacità di delegare, senso per gli affari e fiuto per i soldi, fortuna. Tutte qualità svilite per i più beceri fini, azzardo io.

Ma questa volta ho sopravvalutato il nostro anti-eroe. Ho pensato (stupido me!) che di fronte al malessere generale, vaffanculismo dilagante, un Veltroni comunque antagonista e per nulla sconfitto a priori, Mr. B. questa volta facesse sul serio. Facesse una vera campagnia elettorale per e pro l'Italia (certo, piedi per terra, l'Italia che sogna lui). Ho pensato (quanto stupido me) che per la prima volta da quando voto, questa tornata elettorale ci avrebbe regalato finalmente due personaggi dallo spessore politico rinvigorito, dalla morale dubbia ma con lo stimolo a migliorare.

ilSole24ore.com

Non è nuovo ad uscite simili e dovrei essere abituato. Ma questa volta lo guardo con l'occhio distorto da una realtà ben diversa. Piena di problemi, certo, ma nella quale c'è in gran parte la piena coscienza delle proprie responsabilità verso la società civile.

Berlusconi Silvio, mi sono spesso scagliato contro la pesantezza di culo dell'Italiano medio.
Berlusconi Silvio, e posso anche concordare sul fatto che un sindacato impegnato a pretendere contratti a tempo indeterminato per il lavoro di customer care telefonico sia un freno allo sviluppo.
Berlusconi Silvio, e forse, la pressione al 50%, un motivo ci sarà pure pure? O no?

Berlusconi Silvio, io odio Berlusconi Silvio. E non solo. Io odio, dal profondo del mio cuore, tutte quelle persone che senza un motivo valido rubano dei soldi allo stato.
E lo odio perchè se Stalin ha fatto più morti di Hitler non è mica detto che Berlusconi Silvio sia da meno.

Cosa pensa Berlusconi Silvio, che la miseria non crea il male?

Cosa pensa Berlusconi Silvio, che salvaguardare il reddito di Emilio Fede, Vittorio Feltri o di Cesare Previti, fino all'ultimo euro-cent non uccida?

Ora mi permetto un poco di sano populismo misto demagogia misticante, ma davvero Berlusconi pensa che la pressione fiscale al 50% non sia una conseguenza di tutto il marcio che continua ad esistere ed a voler esistere?
Berlusconi Silvio, prima di difendere il patrimonio del giustificato evasore dovrebbe pensare a come spendere questi soldi per l'Italia, restituendo un sistema educativo-culturale che non provochi più la morte di un poliziotto con il fegato spappolato, da un cesso dello stadio, sradicato da un diciassettenne; dovrebbe pensare a come spendere questi soldi per le famiglie, dato che nel 2008 la convivenza non è più materia di studio ma pratica comune; e non voglio più dover immaginare l'ultimo pensiero di un soldato (forse male addestrato e male armato) in missione di pace, per la madre di suo figlio, che resterà da sola e senza neppure uno stato che la possa aiutare, perchè vergognosamente ragazza-madre-non-sposata-di-un-militare-cadavere, ..., e del suo bambino che non potrà mai vedere; vorrei che pensasse a come evitare che un carabiniere di vent'anni uccida in preda al panico un manifestante violento durante un raduno di potenti, e già che ci siamo che desse delle risposte a quella madre alla quale dei poliziotti violenti hanno ammazzato il figlio a pugni; pretenderei che avesse un piano vero per comprare una compagnia di trasporto aereo, ed anche di diventarci ancora più ricco, se questo servisse a salvare il posto di lavoro a migliaia di esseri umani che da ieri a oggi si stanno cagando nelle mutande tutta la paura della disoccupazione, e di tutti quei passeggeri che magari si ritrovano a viaggiare in aerei poco sicuri e sicuramente meno confortevoli dei cugini di BA (esperienza, sul confort); e vorrei che finalmente distribuisse per davvero questi soldi alla sanità, in modo da non dover più aspettare la dichiarazione dell'anno dopo per recuperare un misero 20%, e non chiedo l'80%, mi accontento del 65% cinque giorni dopo che mando la fattura all'inps (esperienza - 80% - ottantapercento in cinque giorni); alla ricerca, alla sicurezza sul lavoro, all'ambiente, perchè rubare tutto questo genera i morti, i morti della mafia, i morti della miseria.

E se dopo aver fatto tutto questo, gli avanzano ancora dei soldini per salvaguardare il patrimonio di questi pezzi di merda, allora ben venga e vaffanculo, essere ricchi è una fortuna, ed a volte un traguardo riuscito anche con merito.

poca enjoy,
JJ